Roma, caput mundi!

02
Apr

Roma, caput mundi!

Posted on 2 Aprile 2019in Articoli

Quante volte abbiano sentito ripetere questa magnifica frase latina che ha descritto nel tempo  la nostra città come “la capitale del mondo”, il centro del mondo, eppure siamo talmente viziati dalla bellezza e irripetibilità di questa metropoli in cui viviamo, che non sempre ci facciamo emozionare dai suoi tanti motivi di fascino.

E’ pur vero che la quotidianità ci obbliga al rispetto di tempi che poco hanno di fascinoso, soprattutto quando proprio la città, anche a causa della sua storia, ci costringe a restare a lungo nel traffico o a fare code in qualsiasi luogo pubblico, sia esso la banca, il municipio o un cinema di sabato pomeriggio.

La professione di agente immobiliare, per sua natura offre il grande privilegio di non avere un unico punto di riferimento quotidiano, ma di poter avere una grande varietà di mete, mai uguali da un giorno all’altro.  E tanto più privilegiato è chi opera in questo settore proprio a Roma e può spaziare ogni giorno, alternando magari a qualche altro spostamento, un passaggio anche fugace per Piazza Navona, o il Lungotevere o Via dei Fori Imperiali.

I nostri clienti sono prevalentemente internazionali, stranieri che desiderano trovare un immobile nella nostra città e nella nostra regione, come pure accogliamo spesso richieste di proprietari non italiani che desiderano vendere la loro proprietà nella nostra magnifica città.

E’ facile immaginare che chi vuole compare casa a Roma e viene da Londra, dall’Arabia Saudita o da New York desideri stare laddove Roma è oggi più che mai “caput mundi”, in quelle aree dove possiamo con ragione vantare di avere oggi l’80% del patrimonio archeologico mondiale.  I clienti che scelgono di comprare una casa a Roma ci chiedono come prima cosa la vicinanza al centro storico, anche se spesso non sono consapevoli di quanto questa area sia vasta e variegata!  Il centro storico di Roma per antonomasia viene collocato dagli stranieri sugli “Spanish Steps” (letteralmente sugli scalini spagnoli) cioè a Piazza di Spagna.  Con un po’ di pazienza e molto entusiasmo partiamo da una mappa aperta su una scrivania del nostro ufficio e continuiamo poi con itinerari in auto e a piedi per illustrare il centro di Roma ed aprire per i nostri clienti case in angoli specialissimi o con viste fantastiche.   Ed allora lì ecco il vero piacere di vivere tra i Sette Colli ed il grande privilegio di poterli mostrare nella loro veste migliore, quasi come qualcosa che ci appartiene personalmente e che siamo pronti, all’occasione, anche a difendere se ci sembra che non vengano apprezzati e rispettati come meritano.

Qualche settimana fa ci è stato chiesta una valutazione di un appartamento all’Aventino.  Sappiamo certo che è una zona bella e prestigiosa di Roma, ma quando mi sono affacciata, in una nitida e rigida giornata di sole, al balcone proprio a ridosso del Giardino degli Aranci con un incredibile vista sui Fori, mi sono sentita molto fortunata. per il lavoro che faccio, per la città in cui vivo e per la capacità che ho conservato di entusiasmarmi ed emozionarmi.

Come tutti coloro i quali si apprestano a compare qualcosa, anche gli stranieri che vogliono concordare nel nostro paese vogliono “value for money” (qualcosa che valga il danaro che pagano).  I nostri clienti però ben consapevoli che a Roma , specie se siamo vicino agli “Spanish Steps” il una parte importante del valore è rappresentato da una vista su Piazza Venezia,  sul Pincio, o anche solamente sui magnifici tetti del centro.

Qualche volta però la è proprio la storia a creare difficoltà alla nostra ricerca di case per chi viene dall’estero e ovviamente cerca gli stessi confort che ha nella sua città di provenienza: i palazzi storici quasi mai hanno un posto auto, qualche volta gli affacci sono su piazza molto popolate e vivaci e per questo anche rumorose.  Non mi posso dimenticare di un cliente americano che un paio di anni fa ci ha chiesto di riveder un appartamento un venerdi sera a mezzanotte per capire quanto rumore ci poteva essere a quell’ora!

Share

4dmin